Vol. 16 No. 2 (2016): The teachers' expertise
Practices/Considerations

How to teach pupils to read. Presentation of a methodology

Luciana Ventriglia
libero professionista. Docente specializzata in pedagogia clinica con perfezionamento sul lavoro clinico nelle difficoltà di apprendimento
Published July 31, 2016
How to Cite
Ventriglia, L. (2016). How to teach pupils to read. Presentation of a methodology. Form@re - Open Journal Per La Formazione in Rete, 16(2), 374-384. https://doi.org/10.13128/formare-17928

Abstract

In this paper I present the first literacy method I have developed over many years of experience and teaching training in the educational system. The method has, as its frame of reference, the characteristics of transparency of the Italian spelling system, which stimulates a phonic-syllabic approach. The first phase to acquire the written code takes into consideration the fact that reading and writing are complex functions composed of multiple subordinate processes: linguistic-metalinguistic-visual-spatial-perceptive and motor skills which have to be optimally developed through a precise and targeted program strictly aimed at results. The approach to the first literacy skills must be systematic in order to allow the progressive building of knowledge and to facilitate the monitoring of the evolution of the process of written language acquisition. I also provide qualitative and quantitative evidence confirming the validity and effectiveness of the teaching methodology.

Come insegnare a leggere ai bambini. Presentazione di una metodologia

In questo lavoro presento il metodo di prima alfabetizzazione che ho messo a punto attraverso diversi anni di esperienza e su cui faccio formazione nella scuola. Il metodo ha come schema di riferimento le caratteristiche di trasparenza del sistema ortografico italiano che sollecita un approccio di tipo fonico-sillabico. La metodologia per le prime fasi di acquisizione del codice scritto prende in considerazione che scrittura e lettura sono funzioni complesse composte da una molteplicità di processi sottostanti: abilità linguistiche, metalinguistiche, visuo-spaziali, percettive e motorie che devono essere sviluppate in modo ottimale attraverso una progettazione rigorosa e mirata. L’approccio alla prima alfabetizzazione deve essere sistematico per permettere la costruzione progressiva delle conoscenze e favorire il monitoraggio dell’evoluzione del processo di acquisizione della lingua scritta. Adduco anche evidenze di tipo qualitativo e quantitativo che confermano la validità ed efficacia della metodologia didattica.

Metrics

Metrics Loading ...